Google aumenta la visibilità dei negozi fisici e migliora lo shopping mobile

Con un post sul blog ufficiale, Google annuncia l’acquisizione della startup irlandese Pointy per circa 147 milioni di Euro (fonte TechCrunch) per aiutare le piccole imprese e i commercianti locali a mostrare i propri inventari all’interno di Google.

Allo stesso tempo comunica il rilascio di una nuova esperienza di shopping via mobile su Google Ricerca per quanto riguarda il settore dell’abbigliamento.

Vediamo cosa comportano per utenti e imprenditori queste interessanti novità.

 

Google vuole aiutare le aziende locali a presentare prodotti online

Questo il titolo del comunicato diffuso da Google per spiegare l’acquisto di Pointy, con cui collaborava già da qualche anno.

La startup è stata fondata nel 2014 da Mark Cummins, un ex Google che tempo fa gli cedette il tool per la ricerca visuale Plink e che su Twitter ha subito diffuso la notizia di Pointy con entusiasmo:

Negli Stati Uniti Pointy aiuta sia le persone a trovare prodotti in vendita nella loro zona che i rivenditori a caricarli e mostrarli online in tempo reale.

In particolare si occupa di aiutare i commercianti locali a gestire l’inventario online dei prodotti che si trovano in magazzino mediante un piccolo dispositivo di circa 800 Euro da collegare allo scanner del codice a barre e un software da integrare in un Pos di ultima generazione.

In questo modo non solo diventa più semplice caricare gli articoli online e aggiornarne la disponibilità, ma è possibile consentire a tutti gli utenti di trovare quello che cercano su Google, evitando di acquistarlo su Amazon

pointy google

Fonte: Pointy

Così il piccolo negozio sarà ben indicizzato e potrà migliorare la sua presenza online, i prodotti saranno in evidenza anche nella scheda Google My Business su Mappe e il tanto auspicato ritorno ai negozi fisici a discapito di Amazon potrà iniziare a concretizzarsi sfruttando le opportunità di promozione tipiche degli e-commerce.

Leggi anche: Google My Business 2020: come sfruttare le Mappe nelle nuove SERP Google

 

Google migliora lo shopping online di abbigliamento su Ricerca

Di recente Google ha vestito i panni di agente di viaggio grazie alle ultime novità di Google Travel, come ha spiegato Giorgio Taverniti in questo interessantissimo video

Ora Google ha voglia di diventare una commessa e, contemporaneamente all’annuncio di Pointy, ha comunicato l’arrivo di una nuova funzionalità sulla sua piattaforma di ricerca su mobile per quanto riguarda lo shopping online.

Raccogliendo e organizzando gli articoli di oltre un milione di negozi presenti online, Google offrirà un’interfaccia unificata in cui visualizzare tantissimi prodotti di brand e rivenditori appartenenti al mondo dell’abbigliamento

Dopo aver scritto le parole chiave nel search box, Google mostrerà i risultati in questa nuova sezione e consentirà agli utenti di personalizzare e filtrare la ricerca, di leggere le recensioni o di visitare il sito web dello store.

Lo stesso prodotto sarà mostrato anche da più negozi differenti.

filtri nuovo google ricerca

Questa nuova funzione è in fase di roll-out e presto sarà estesa ad altri settori di business.

Ultimo aggiornamento:

Condividi

Valentina Iannaco

Blogger e Web Copywriter Freelance competente in ambito SEO, laureata in Comunicazione Digitale e Lingua Inglese con tesi su Web Usability e Web Copywriting. Appassionata di scrittura e delle evoluzioni/rivoluzioni di Google 😃

Lascia un commento

19 − dodici =

Google acquista Pointy e migliora lo shopping online su Ricerca

tempo di lettura: 2 min