Le competenze e capacità di scrittura indispensabili per un buon SEO Copywriter

L’obiettivo della Scrittura SEO è combinare la buona scrittura con le comuni pratiche di ottimizzazione sui motori di ricerca in modo da generare traffico organico verso il sito, cioè visite naturali.

Per fare SEO Copywriting però non serve solo conoscere nozioni teoriche e scrivere ottimi contenuti per il web,
ma bisogna possedere alcune abilità particolari.

Ecco dunque tre competenze che un buon SEO Copywriter deve assolutamente possedere per realizzare un lavoro di qualità.

 

Leggi anche Scrittura SEO: 47 consigli di SEO Copywriting per scrivere bene sul Web

 

Le 3 capacità di scrittura fondamentali per un SEO Copywriter

1. Padroneggiare diversi stili di scrittura

Come ogni bravo Copywriter, anche chi si occupa di scrittura di testi ottimizzati per i motori di ricerca deve essere in grado di generare contenuti per clienti appartenenti ai settori più disparati.

Si può lavorare alla scrittura di testi per un’impresa funebre come per un’agenzia di animazione, con argomenti e tono di voce nettamente diversi tra loro.

Questo si traduce nella capacità di conoscere a fondo diversi stili di scrittura, da quello più tecnico e burocratico a quello più frivolo e giovanile.

Il tono si evince chiaramente dalle parole e dal copy, pertanto un buon SEO Copywriter deve essere in grado di adottare quello più adatto e coinvolgente per i suoi lettori.

 

Leggi anche Tono di Voce del Brand: come comunicarlo con il Web Copywriting

 

2. Comprendere l’intento di ricerca

Comprendere le intenzioni di ricerca degli utenti target è il metodo giusto per scrivere contenuti per il web che si adattino perfettamente alla SEO.

Intercettare il Search Intent è qualcosa di più delle semplici capacità di scrittura professionale, perché per essere davvero coinvolgente un SEO Copywriter deve generare proprio quel contenuto che gli utenti vogliono effettivamente leggere.

Gli esperti del settore conoscono diversi strumenti per analizzare ciò che gli utenti stanno effettivamente cercando, come SEMrush, SEOZoom e altri. La vera sfida dell’autore non è tanto conoscerli quanto piuttosto saperli utilizzare in modo professionale, perché in questo modo sarà in grado di realizzare contenuti davvero efficaci sia per i lettori che per i motori di ricerca.

Esistono quattro principali intenti di ricerca che i copywriter devono considerare prima di scrivere i loro testi:

  • Intento di ricerca informativo: quando gli utenti vogliono informarsi per sapere le cose;
  • Intento di ricerca navigazionale: quando gli utenti vogliono visitare una pagina o un sito web specifico;
  • Intento di ricerca transazionale: quando gli utenti vogliono acquistare beni o servizi. È il caso dei siti di e-commerce;
  • Intento di ricerca commerciale: quando gli utenti cercano prodotti che sono interessati ad acquistare.

Scrivere per intenti di ricerca richiede un approccio specifico rispetto alla specifica intenzione.

Per esempio, un contenuto informativo potrebbe riguardare i 10 capi di abbigliamento in tendenza per la prossima stagione, e nell’articolo l’autore potrebbe linkare il prodotto del cliente.

L’utilizzo delle parole chiave è strettamente legato al tipo di intento, per esempio una query informativa potrebbe essere “migliori marche di box neonato”, mentre una query transazionale sarebbe “box neonato in vendita online”

Sarà compito dello scrittore sapere utilizzare le giuste keyword nel modo più naturale possibile all’interno del testo, tenendo sempre in mente l’obiettivo principale della conversione.

 

Leggi anche Parole Chiave a Coda Lunga e SEO per le Long Tail Keyword

 

3. Scrivere per argomenti anziché per parole chiave

L’abilità che uno scrittore di contenuti SEO professionista deve obbligatoriamente possedere è la capacità di scrivere per argomenti piuttosto che per parole chiave.

La pratica di tempestare i testi di keyword per tentare di piacere a Google non solo è ormai obsoleta, ma anche altamente sconsigliata perché la pagina sarebbe considerata spam e verrebbe penalizzata nelle classifiche dei risultati di ricerca.

Se lo scrittore forza il flusso naturale della comunicazione all’interno della pagina, offrirà una pessima esperienza utente e Google non premierà il sito con i primi risultati.

Invece i SEO copywriter devono fare del loro meglio per rendere il contenuto sia pertinente alla query principale che originale, perché un testo di valore è quello che risponde alla domanda effettiva del suo lettore.

 

È chiaro che per acquisire queste buone pratiche e diventare un bravo SEO copywriter è necessaria l’esperienza e soprattutto il continuo aggiornamento.

Se hai letto questo testo allora sei a un ottimo punto di partenza!

Buon lavoro 👩‍💻 👨‍💻

 

Leggi anche Consigli SEO Copywriting per Blog: 101 idee per migliorare i contenuti

 

Fonte: Search Engine Journal

 

Condividi

Valentina Iannaco

Mi occupo di Comunicazione Digitale dal 2005. Sono una Blogger e Web Copywriter competente in ambito SEO e mi sono laureata in Comunicazione Digitale e Lingua Inglese con tesi su Web Usability e Web Copywriting. Appassionata di scrittura e delle evoluzioni/rivoluzioni di Google

Lascia un commento

diciannove − nove =

SEO Copywriter: quali competenze deve avere?

tempo di lettura: 3 min