A volte alcuni termini contrari possono essere trattati come sinonimi da Google

 Gary Illyes di Google afferma che ci sono situazioni in cui termini opposti possono essere trattati come sinonimi dall’algoritmo di ricerca.

In particolare può accadere che una parola che rappresenta il contrario di un’altra può essere utilizzata da Google come un sinonimo di basso peso.

Ma come è possibile tutto ciò?

La discussione è avvenuta tra Gary Illyes e John Mueller di Google nell’episodio 19 del podcast Search Off the Record che trattava il recupero delle informazioni e su come Google analizza le query per restituire i risultati di ricerca.

Illyes racconta l’esempio di una ricerca (in lingua inglese) su “comprare auto” in cui la parola “vendere” sarebbe stata considerata un sinonimo.

Ma i termini “Compra” e “Vendi” sono contrari, dunque perché Google dovrebbe restituire pagine sulla vendita di auto quando un utente cerca informazioni sull’acquisto?

Perché in questo caso per Google “comprare” e “vendere” dal punto di vista del recupero delle informazioni sono una specie di sinonimi, che possono anche causare confusione, ovviamente.

Mueller allora chiede se questo è da prendere in considerazione quando si scrivono contenuti.

Usando lo stesso esempio: se il proprietario di un sito sta creando una pagina sulla vendita di auto, dovrebbe provare a menzionare il termine “acquista auto”?

Illyes sconsiglia questa strategia, dicendo di mantenere il contenuto focalizzato sul pubblico di destinazione e su ciò che si desidera che facciano dopo aver letto il testo.

Questo è un buon esempio della differenza tra scrivere per gli utenti e scrivere per i motori di ricerca.

Google può restituire pagine che menzionano “vendi auto” quando un utente cerca “acquista auto”, ma ciò non significa che dovresti scrivere una pagina che ottimizzi per entrambi i termini!

Pensa al tuo copy in termini strategici e mantieni la pagina focalizzata sull’azione che desideri che gli utenti facciano dopo averne letto il contenuto.

Leggi anche Come aumentare il tasso di conversione di un sito web

Fonte: Search Engine Journal

 

Condividi

Valentina Iannaco

Mi occupo di Comunicazione Digitale dal 2005. Sono una Blogger e Web Copywriter competente in ambito SEO e mi sono laureata in Comunicazione Digitale e Lingua Inglese con tesi su Web Usability e Web Copywriting. Appassionata di scrittura e delle evoluzioni/rivoluzioni di Google

Lascia un commento

11 + 7 =

Sinonimi e Contrari su Google

tempo di lettura: 1 min