Come migliorare il tasso di conversione delle pagine web con il Copywriting

Se per migliorare il tasso di conversione di una pagina non servisse un bravo copywriter, sarebbe tutto più semplice. Gli aspetti da valutare nella CRO (Conversion Rate Optimization), cioè l’ottimizzazione del tasso di conversione di una pagina web – che poi corrisponde al rapporto tra gli utenti che visitano una pagina e quelli che fanno una determinata azione – sarebbero di certo meno.

CRO e scrittura persuasiva

E invece la CRO si fonda anche sul copywriting. Un copywriting che deve essere persuasivo, convincere l’utente a diventare un consumatore, meglio se “seriale”. Non basta conoscere la propria utenza finale, anche se è di fondamentale importanza. Come per tutto ciò che riguarda l’ottimizzazione dei valori di conversione è fondamentale effettuare dei test. Ad esempio, è buona prassi quella di plasmare il tuo testo in differenti versioni utilizzando i test A/B, di fatto uno dei metodi più efficaci per raggiungere risultati di conversione soddisfacenti e rilevanti.

Quando si parla di copywriting vengono in mente le frasi e le tecniche per fare in modo che l’insieme di parole e punteggiatura si sposino al meglio e permettano di ottenere l’effetto persuasivo desiderato. Ma quali sono queste tecniche? Ce ne sono moltissime, spesso calate anche nel settore di riferimento di cui ti occupi o di cui si occupa il cliente per il quale stai preparando i contenuti della sua nuova landing page. In linea generale, comunque, dovrai seguire le strategie di base che seguono.

Crea un titolo attraente

È il biglietto da visita della tua pagina, quello che tutti leggono e dal quale decidono se abbandonare la pagina o continuare a leggere quanto c’è scritto. Non puoi permetterti di sbagliare e, soprattutto, devi seguire alcune semplici regole:

  • se puoi, inserisci un numero all’inizio del titolo
  • non eccedere nel numero di parole, 10 vanno abbastanza bene, ma 5 sono l’ideale
  • sfrutta le interrogazioni
  • utilizza aggettivi o parole che abbiano potenza persuasiva

Testo scansionabile

Si tratta di una tecnica fondamentale. In poche parole, consiste nel creare un testo – dargli una struttura – tale da permettere al lettore di capire di cosa si parla nella tua pagina con il classico colpo d’occhio. In pochi secondi insomma. È importante, in questo senso, creare un certo numero di paragrafi con titoli chiari e con una logica consequenziale. Potresti anche pensare di arricchire qualche titolo con un sottotitolo semplice e lineare, poche parole saranno sufficienti per specificare meglio il contenuto. Pensa di dover scrivere un abstract molto conciso.

Rendi il testo fluido

Se il testo è accidentato, con la punteggiatura messa un po’ a casaccio e con un ritmo che non invoglia per nulla l’utente, il risultato può essere uno solo: l’utente clicca sulla “x” ed esce dalla tua pagina. Il risultato finale è il crollo della percentuale del tasso di conversione.

E allora scrivi semplice e fluido, non utilizzare troppe virgole ma nemmeno troppo poche. Scrivi frasi che siano il più possibile corte e comprensibili da tutti. Cerca inoltre di evitare le ripetizioni parole, rischi di rendere il testo pesante e la lettura difficile. Il vocabolario italiano è vario, ogni parola ha dei sinonimi: perché non utilizzare quello con meno lettere? Le parole più corte sono più efficaci.

Infine la regola principale per una scrittura fluida. Utilizza sempre la forma attiva. La forma passiva rende più complicata la comprensione. E anche la qualità di lettura ne risente. Per essere diretto e persuasivo, l’unico modo è quello di usare verbi nella loro forma attiva, ancora meglio se al tempo presente.

 

Condividi

Guest Post

Questo è un guest post, cioè un articolo scritto da un altro autore e "ospitato" sul mio sito

Lascia un commento

quattro × 4 =

Tecniche base di copywriting per migliorare la CRO delle tue pagine web

tempo di lettura: 2 min