Vuoi creare contenuti che coinvolgano i tuoi utenti? Ecco cosa devi sapere

Creare un contenuto coinvolgente è l’obiettivo di ogni SEO e Web Copywriter, anche se in realtà la definizione di coinvolgimento non è sempre chiara.

Forse coinvolgere un utente significa fargli cliccare una pagina web? Incentivare le condivisioni sui social? Far commentare un post? Un po’ di tutto questo!

Vediamo allora cosa significa il concetto di coinvolgimento o engagement e come scrivere un contenuto coinvolgente per il web in grado di fare la differenza con i concorrenti.

 

Cosa significa “contenuto coinvolgente”?

Un contenuto è coinvolgente quando invita le persone a intraprendere un’azione.

Per questo nella pianificazione di una strategia dei contenuti è fondamentale definire l’azione che gli utenti dovrebbero compiere.

Per farlo è opportuno definire il giusto KPI, acronimo di “Key Performance Indicator” che letteralmente significa “Indicatore Chiave di Prestazione” e consente di misurare il grado di raggiungimento degli obiettivi di una strategia di comunicazione.

Ecco alcuni esempi di KPI per una strategia di Content Marketing:

  • Mi piace sui social: per esempio su Facebook, Instagram o LinkedIn;
  • Commenti e condivisioni social: per valutare se gli utenti sono interessati o meno ai tuoi post;
  • Visualizzazioni di pagina: misurano il numero di utenti che visitano una pagina del tuo sito;
  • Visitatori unici: questa metrica si riferisce a una persona che visita un sito almeno una volta nel periodo di riferimento;
  • Tempo sulla pagina: misura il tempo che un utente trascorre su una pagina web;
  • Frequenza di Rimbalzo (Bounce Rate): indica la percentuale di utenti che escono dopo aver visitato un’unica pagina del sito. Una bassa frequenza di rimbalzo indica che le persone sono interessate ad approfondire i contenuti del tuo sito;
  • Pagine per sessione: quante pagine un utente visita per sessione. Anche in questo caso, se una persona visita più pagine del sito significa che è interessato;
  • Scrolling: tracciare lo scorrimento di una pagina consente di capire se un utente ha voluto approfondirne i contenuti;
  • Visitatori di ritorno: ottimi contenuti incoraggeranno gli utenti a ritornare sul sito;
  • Tasso di conversione: si misura in modo diverso a seconda degli obiettivi e indica la percentuale di quanti visitatori intraprendono l’azione da te studiata;
  • Tasso di abbandono del carrello: si riferisce alle persone che abbandonano prima di confermare un acquisto.

 

Perché creare contenuti coinvolgenti?

Un conto è creare contenuti SEO-friendly, un altro è creare contenuti in grado di convertire un visitatore in cliente.

Spesso infatti può capitare di concentrarsi solo sulle parole chiave e sulla SEO On-page e trascurare i vari componenti che guidano il coinvolgimento.

Ecco dunque alcuni consigli per creare un contenuto efficace e veramente coinvolgente.

Leggi anche Scrittura SEO: 47 consigli di SEO Copywriting per scrivere bene sul Web

 

Come realizzare contenuti coinvolgenti

content king scritta

  1. Crea una struttura del contenuto

Prima di iniziare a scrivere, crea uno schema di ciò che vuoi trattare. Chiediti a quali domande il tuo pubblico si aspetta che tu risponda, quale valore aggiunto si aspettano di trovare e come puoi organizzare i tuoi contenuti nel modo più semplice possibile.

Per approfondire leggi Contenuti SEO friendly: Come scrivere Testi SEO nel 2020

 

  1. Poni domande

Porre domande aumenta il coinvolgimento degli utenti. Anche se i lettori non avranno la possibilità di replicare, le tue risposte li faranno riflettere e li incoraggeranno a continuare la lettura o a lasciare un commento.

 

  1. Suddividi il contenuto in blocchi

Scrivi frasi brevi seguite da due punti o altri segni di punteggiatura che agevolano la lettura. Ti aiuteranno ad aumentare il tempo sulla pagina.

Leggi anche Nuove SERP Google: come navigano gli utenti e cosa significa per la SEO

 

  1. Includi citazioni condivisibili

Quando nel testo riporti citazioni di esperti o di personaggi illustri, offri la possibilità di condividerle su Twitter. Con un solo click gli utenti possono pubblicare i tuoi contenuti sul loro profilo e aumentarne la portata.

Potrebbe interessarti Cosa pubblicare su Twitter: 20 idee da twittare subito

 

  1. Aggiungi pulsanti di condivisione per i social

Utilissimi per gli articoli di blog, assicurati che il post sia già impostato con titolo, immagine di anteprima e descrizione della pagina.

 

  1. Aggiorna i tuoi contenuti

Non solo dovresti preoccuparti di dare una rinfrescata ai tuoi contenuti con le ultime novità relative all’argomento che hai trattato, ma dovresti condividerli nuovamente per aumentarne la diffusione.

 

  1. Aggiungi opt-in

Un Opt-in è l’opzione attraverso la quale un utente esprime il suo consenso a essere inserito in una mailing list per ricevere le comunicazioni commerciali o informative di un’azienda.

Incoraggia i tuoi lettori a restare aggiornati sulle tue ultime promozioni o notizie mediante la tua newsletter.

Inserisci i pulsanti di iscrizione in più punti della pagina e tracciane le conversioni.

Offri benefit concreti e contenuti di valore ai tuoi iscritti.

 

  1. Includi link interni

Per ridurre la frequenza di rimbalzo e aumentare le visualizzazioni di pagina per sessione indirizza gli utenti verso altri contenuti del tuo sito mediante link a pagine interne pertinenti con l’argomento trattato.

Porta le persone ad approfondire alcune tematiche, a leggere le pagine più importanti del tuo sito oppure ad acquistare un prodotto o servizio.

 

  1. Fornisci consigli sui prodotti mediante Intelligenza Artificiale

Sfruttando l’Intelligenza Artificiale potrai usare i dati in tuo possesso per favorire il coinvolgimento degli utenti e aumentare le vendite.

Per esempio potresti offrire consigli personalizzati sui prodotti come fa Amazon, infatti questi strumenti possono analizzare il comportamento degli utenti per offrire loro raccomandazioni basate sulle loro preferenze.

Per approfondire ti consiglio di leggere questo interessante articolo sui consigli personalizzati pubblicato sul blog di Woocommerce.

 

  1. Usa i video

L’uso dei video è importante non solo per generare traffico da Google, YouTube e altri motori di ricerca, ma anche per aumentare l’engagement di una pagina in quanto si offre valore ai contenuti testuali.

Inoltre i video sono anche molto apprezzati e condivisi sui social.

 

I tuoi contenuti sono coinvolgenti?

Non lasciare che una SEO troppo tecnica soffochi lo scorrere fluido dei tuoi contenuti.

Assicurati di favorire l’engagement e le conversioni seguendo le migliori pratiche per rendere i tuoi testi coinvolgenti. Saranno sicuramente vincenti per il web.

 

Fonte: Search Engine Journal

 

Condividi

Valentina Iannaco

Mi occupo di Comunicazione Digitale dal 2005. Sono una Blogger e Web Copywriter competente in ambito SEO e mi sono laureata in Comunicazione Digitale e Lingua Inglese con tesi su Web Usability e Web Copywriting. Appassionata di scrittura e delle evoluzioni/rivoluzioni di Google

Lascia un commento

dodici + 4 =

Come creare contenuti coinvolgenti per il web

tempo di lettura: 4 min